Scopriamo l’Hurling nel post a cura di Viaggi in Europa

Benvenuti su Viaggi in Europa, il sito dedicato ai viaggi nel Vecchio Continente e tutte le curiosità legate alla cultura e alle bellezze europee. Nel post di oggi vi parleremo di uno sport irlandese, famoso in patria: stiamo parlando dell’Hurling. Scopriremo insieme in cosa consiste, come si gioca e le regole principali per giocare a questo sport così famoso nel paese.

Benvenuti su Viaggi in Europa!

hurling

Hurling: lo sport tipico irlandese

L’Irlanda è un mondo a parte, lo è sempre stata con orgoglio. Secoli di dominazione britannica e l’ampliamento dei confini verso tutta Europa non hanno cambiato l’identità specifica di un popolo e di una lingua. Anche nell’ambito sportivo gli irlandesi sono particolari. E se sembrano pigri e inetti perché non vincono quasi nulla alle olimpiadi dei “nostri” sport conosciuti, sono invece dei campioni assoluti in discipline antichissime che in pochi conoscono.

Il football gaelico è solo un esempio, l’Hurling è un altro. Da non confondere col “Curling” che si gioca invece sui ghiacci del nord, l’Hurling è una sorta di mix tra hockey, polo e calcio. Ed è uno sport che ha una storia, anche abbastanza antica che risale a circa 3.000 anni fa.

Se volete, imparate a conoscerlo e provate a giocarlo. Ma non riuscirete mai a battere un irlandese in una competizione ufficiale.

hurling

Uno sport vecchio come l’Irlanda

I primi riferimenti alle regole dello Hurling risalgono a prima del Medioevo. Prima dell’anno 400, per essere esatti, e sono stati ritrovati in diversi documenti. Perfino alcune leggende di miti ed eroi celtici accennano a questo gioco e nel XIII secolo era stato proibito a causa delle troppe risse di fine gara! La prima federazione ufficiale viene fondata soltanto nel XIX secolo e nel XX secolo sono stati organizzati i primi campionati nazionali riconosciuti.

Come si gioca ad Hurling

Lo sport dell’Hurling si gioca su campi erbosi molto simili a quelli del football gaelico, lunghi 150 metri e larghi fino a 90. Alle estremità del campo si piantano le due porte, dentro le quali vanno indirizzati i lanci della sliothar (la palla) per segnare i punti. I giocatori sono 15 per ogni squadra, e devono contendersi la palla – grande quanto una pallina da tennis – con delle mazze di frassino dalla punta piatta lunghe tra i 67 e i 90 centimetri.

La palla viene inseguita, portata avanti e colpita con la mazza. Se la si solleva si può anche colpire al volo. Il possesso palla da parte di un giocatore non deve superare i 4 secondi (in mano, da fermo) o i 4 passi, in movimento. I punti vengono segnati lanciando la palla nella porta, la quale ha una forma di H, con una rete che copre la parte inferiore.

Quando la palla passa sopra la rete, il punto guadagnato è uno. In rete, invece, vale tre punti. I falli vengono giudicati da ben otto arbitri, e  sono legati al possesso eccessivo di palla, al fuorigioco, ai contrasti tra giocatori.

Dove si gioca ad Hurling

Lo Hurling è uno degli sport nazionali irlandesi. Lo si gioca in tutta l’isola, anche nella parte britannica. Ha uno sport gemello che si gioca, con regole simili, in Scozia e difatti gli unici match “internazionali” sono quelli tra la nazionale irlandese di Hurling e quella scozzese di Shinty. 

A livello locale, le squadre di Hurling sono moltissime: l’Irlanda detiene il record, ma se ne trovano tante anche in Gran Bretagna, in Australia, in Nuova Zelanda … non abbastanza però per formare delle vere e proprie nazionali in questi Paesi.

Ecco a voi un video di presentazione dell’Hurling:

 

Il nostro post alla scoperta dello sport irlandese dell’Hurling, termina qui. Alla prossima da Viaggi in Europa!

Pin It on Pinterest